© 2019 Tiziano Rossetti / p.iva 02636050417 / All rights reserved

Tiziano Rossetti, classe 1971, è nato a Rimini e vissuto a Montefiore Conca, capitale medioevale della valle del Conca, ricca di storia e tradizione.

Dopo aver conseguito il diploma alberghiero nel 1988, ha intrapreso numerose eperienze formative a fianco di famosi chef presso rinomati ristoranti italiani ed esteri: a Baschi con Gianfranco Vissani, a Parma con Marco Parizzi, a Colmar (Francia) con Michel Magada, alla Locanda Solarola con Bruno Barbieri, a Losanna con Adolf Blokbergen, alle Calandre con Massimiliano Alajmo, all'Hotel Halkin di Londra, al Rex di Los Angeles ed al Louise di Philadelphia.

Ho avuto la fortuna di fare quattro incontri importantissimi, con grandi chef che mi hanno dato molto dal punto di vista della formazione professionale, culturale ed umana.

Il primo è stato con Gino Angelini, executive chef del Grand Hotel Des Bains di Riccione, dove ho lavorato stagionalmente da giovanissimo. Romagnolo come me, oggi Angelini è chef patron di diversi ristoranti di grande successo a Los Angeles.

Proprio a Riccione ebbi la fortuna di conoscere Gualtiero Marchesi, spesso ospite dell'hotel Des Bains e grande amico di Angelini. Fu così che mi ritrovai a lavorare nel suo celebre ristorante all'età di vent'anni, dopo aver finito la scuola.

Altri incontri fondamentali furono quelli con Vincenzo Cammerucci e Fulvio Pierangelini.

Lo chef da anni vanta la collaborazione con grandi chef italiani e stranieri. Gestisce e coordina con successo team works valorizzando costantemente le peculiarità dei suoi collaboratori. Come ama sottolineare "ottengo sempre la fiducia totale da parte del mio gruppo di lavoro, e le migliori prestazioni”.

La sua priorità è quella di soddisfare una clientela altamente esigente, grazie ad un percorso formativo approfondito che lo porta oggi ad essere uno chef altamente preparato su tecniche di cucina e gestione nel campo della ristorazione.

Fondamentali quindi i rapporti con la clientela così come l'attenzione verso i mezzi di comunicazione ed i processi di analisi dei rischi e del controllo dei punti critici.

 

Nel 2002 arriva la prestigiosa stella Michelin, durante la collaborazione con il ristorante “Al palazzo”, nel cuore della Romagna.

Dal 2010 è docente presso Alma, Scuola Internazionale di Cucina diretta da Gualtiero Marchesi, in tecniche di cucina e materie prime.

Ho lavorato a lungo nella partita dell’entremetier, probabilmente perché noi romagnoli abbiamo, per tradizione, grande manualità nella preparazione delle paste ripiene e nei primi piatti da cui traiamo ispirazione, fantasia e divertimento.

 

L'avanguardia in cucina si crea facendo esperimenti, con la consapevolezza che solo pochissimi di questi diverranno piatti da proporre. Chi lo fa deve avere cultura gastronomica, cultura generale, conoscenza dei sapori, grande palato e, soprattutto, grande libertà per non rimanere incastrato nel proprio sapere avendo anche l'umiltà di riconoscere chi fa qualcosa di più.

Al giorno d'oggi è semplice trovare la genialità negli chef, ma questo è possibile solo grazie al contributo che Marchesi ha dato rompendo le barriere alla ricerca di una concezione innovativa.

 

Quando mi chiedono quale consiglio darei a un giovane cuoco rispondo di non aver fretta a diventare chef di partita. Non avere fretta di diventare chef. Non aver fretta di aprire un ristorante. Bisogna prendersi tutto il tempo di imparare. Fin quando è possibile e con i giusti compromessi.

CRONOLOGIA

dal 2010

Chef docente di pratica di ristorazione e chef docente di pratica training

in lingua italiana e inglese presso ALMA, Scuola internazionale di cucina italiana - Colorno (PR) in Italia.

 

2009 . 2010

Executicve Chef presso l'hotel “Sandoway Resort” (5 stelle),

Ngapali Beach, Myanmar.

Responsabile organizzazione, acquisti materie prime, progettazione dei menù del ristorante mediterraneo.

 

2007 . 2009

Executive Chef presso il ristorante / golf club “Tee restaurant”,

San Giovanni in Marignano (RN), IT.

Responsabile organizzazione, acquisti materie prime, progettazione dei menù e delle offerte giornaliere di: pool bar - room service ristorante. Servizio alla carta e banchettistica.

 

2005 . 2006

Chef di partita presso il ristorante “Gambero rosso”, S. Vincenzo (LI), IT

Chef Fulvio Pierangelini.

 

2000 . 2004

Chef presso il ristorante “Al Palazzo” S. Ermete (RN), IT

  1 stella Michelin acquisita nel 2002.  

Responsabile acquisti, scelta fornitori, organizzazione della cucina, progettazione del menù. Servizio alla carta, menù degustazione, piccola banchettistica.

 

1999 . 2000

Secondo Chef presso il ristorante "Gualtiero Marchesi”

(2 stelle Michelin), Milano, IT

Chef Gualtiero Marchesi.

Coordinamento e gestione dei diversi capi partita.

Responsabile degli acquisti e dei rapporti con i fornitori.

 

1998 . 1999

Secondo Chef presso il ristorante “Acero rosso”

(1 stella Michelin) Rimini, IT

Chef Fabio Rossi.

Responsabile acquisti materie prime. Responsabile delle operatività tecniche svolte dalle diverse partite.

 

2006 . 2007

Chef presso il ristorante “Palazzo Viviani”, Montegridolfo (RN), IT.

 

1996 . 1997

Chef presso il ristorante “Louise’s”, Washinhgton D.C., USA

Consulenza di Mauri Vincenti.

 

1995 . 1996

Secondo Chef presso il ristorante “Rex”, Los Angeles, USA

Chef Gino Angelini.

 

1993 . 1994

Chef di partita presso l'hotel “Halkin”, Londra, UK

Consulenza di Gualtiero Marchesi.

 

1990 . 1993

Chef di partita presso il "Grand Hotel Des Bains”, Riccione (RN), IT

Chef Gino Angelini.

 

1987 . 1989

Commis di cucina presso il ristorante “La Grotta”, Brisighella (RA), IT 

Chef Vincenzo Cammerucci.

 

 

STAGES FORMATIVI DI CUCINA

Ristorante “Gianfranco Vissani” (2 stelle Michelin), Baschi (TR), IT

Chef Gianfranco Vissani.

Ristorante “Parizzi”, Parma, IT

Chef Patrick Massera.

Ristorante “Le Restaurant”, Colmar, FR

Chef Michel Magada.

Ristorante “Locanda Solarola” (2 stelle Michelin), Bologna, IT

Chef Bruno Barbieri.

Ristorante Relaix Chateaux “Le Raisin” (2 stelle Michelin), Cully, Losanna, CH - Chef Adof Blokbergen

Ristorante “Le Calandre” (3 stelle Michelin), Padova, IT

Chef Massimiliano Alajmo.

 

EVENTI GASTRONOMICI IN QUALITÀ DI CHEF RESPONSABILE ALMA E LEZIONI DI CUCINA DIMOSTRATIVE

2011: “Buona la cucina italiana”, Hong Kong presso il KDU culinary college in qualità di Chef responsabile per la promozione della cucina italiana.

2011: organizzazione della cena di beneficenza presso l’ambasciata italiana

Kuala Lumpur.

2008: "Squisito", San Patrignano (RN), IT

2007: "Cheese", Bra (CN), IT

2006: "Salone del gusto", Torino, IT

2001-2002: "Festa Aurtusiana", Forlimpopoli (FO), IT

1995: "Festival della cucina romagnola", Hotel Conrad, Istanbul, TR

 

Collaborazione con “Bar Giornale”: partecipazione alle fiere enogastronomiche di Parma e Genova in qualità di Chef per l’esecuzione di lezioni di cucina dimostrative.

 

CONSULENZE PER CORSI DI FORMAZIONE

Istituto Professionale per i Servizi dell'Enogastronomia e dell'Ospitalità Alberghiera “S. Savioli” di Riccione (RN), IT.

Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e Ristorazione di Cervia (RA), IT.

 

Dal 1987: Socio Eurotoques